Chi sono

Ben arrivati alle pagine web di Roberto Mosi. Parlano del mio modo di giocare con la poesia e con la fotografia, del mio impegno per il volontariato e per la rivista Testimonianze. Aspettano un saluto, un commento da parte del visitatore, per scambiare impressioni, idee... Leggi tutto »

  • Prossimamente

  • La collana “Dedali Liberi” e la raccolta “La vita fa rumore”
  • lunedì 29, ore 18 al Nabucco Wine Bar

  • INCONTRI D’ARTE A LA BARBAGIANNA
  • 20 giugno ore 18, letture dei poeti:
    Sauro Albisani, Mariella Bettarini, Michele Brancale, Francesco Capaldo
    Rosalba De Filippis, Titti Follieri, Carlo Gabbani,
    Irene Marchegiani, Giorgio Mobili, Roberto Mosi, Ivano Mugnaini,
    Paolo Ragni, Caterina Trombetti, Liliana Ugolini

  • “Firenze, dietro la facciata” - Mostra fotografica
  • Mostra dal 1° luglio al 31 luglio 2015 - Inaugurazione 1° luglio, ore 18 - Hotel Cellai, Firenze
    ” In basso, nei vicoli, scarsi i segni della vita di oggi, un uomo accovacciato, solo, in un angolo quasi schiacciato dall’incombere degli edifici, mucchi di spazzatura, un manifesto di un film con due amanti appassionati, la scritta bianca sul muro di un sottopassaggio: “BELLA”.”

  • Presentazioni e recital

  • Presentato “Non oltrepassare la linea gialla” alla Libreria Salvemini. Le strisce dipinte da Enrico Guerrini
  • ” THINK DIFFERENT “

  • “Michelangelo e l’Amore” di Gianna Pinotti Recensione
  • Forte il legame con i Neoplatonici, con il circolo di Marsilio Ficino, per il quale la ricerca spirituale e gli studi su Platone si sono legati a una condotta di vita: “la contemplazione della bellezza delle cose di quaggiù è strumento per giungere alla contemplazione delle cose divine”. L’Amore ha una doppia natura, sacra e profana, divina e umana, e la dialettica fra i due Amori, che Platone dice legati a due Veneri, la celeste e la carnale, emerge continuamente dalle Rime. Amore diviene per Michelangelo un vero e proprio daimon, intermediario fra l’uomo e Dio, tra la terra e il cielo.

  • 1814, anno fatale per Napoleone e Elisa Baciocchi
  • Alla Libreria Salvemini, piazza Salvemini (dall’Arco di San Pierino) Mercoledì 23 Settembre, ore 18

  • Ricerca per una nuova fotografia di paesaggio
  • La parola nonluoghi è stata coniata dall’antropologo Marc Augè per gli spazi attraversati da folle d’individui per spostarsi, fare acquisti e altro, dove “non si costruiscono identità”. Nelle fotografie di Roberto Mosi questi luoghi acquistano, tuttavia, la natura di soggetti attraverso la sensibilità di un nuovo sguardo. L’elemento posto in risalto, è la capacità della [...]

  • Mostra di foto sui Nonluoghi
  • La scommessa è di creare identità, seguendo “una nuova sensibilità per interpretare il mondo, conformato, caotico e indecifrabile che ci sta dinanzi”

  • Rivista

  • Il “mosaico Italia”
  • L’Unità d’Italia e le nuove sfide con cui il nostro Paese deve oggi misurarsi per ripensare il rapporto fra coesione nazionale e valorizzazione delle differenze nel contesto dell’età planetaria.

  • “Chissà come si divertivano!”, il racconto di Asimov sul libro
  • Nel tempo di Kindle e di iPad la sfida non è solo di tipo tecnico. E’ anche di carattere sociale e culturale, impone di affrontare l’attuale “emergenza alfabetica” con ogni mezzo, anche con il ricorso ai nuovi strumenti della comunicazione.

Le parole della poesia

Feed RSS

Iscriviti ai FEED RSS, sarai sempre aggiornato ...

Contatti

Scrivimi
Puoi scrivermi attraverso la pagina dei contatti oppure invia un E-mail a r.mosi@tin.it