Il terrificante re Radagaiso nel disegno di Enrico Guerrini - Il libro “Barbari. Dalle Steppe a Florentia”

Presentazione del libro di Roberto Mosi, Masso delle Fate, alla Libreria Salvemini, 23 gennaio, con Jacopo Chiostri e Renato Campinoti

img-20230123-wa0013

Il re Radagaiso nel disegno di Enrico Guerrini

Il generale Stilicone e la moglie Serena con il figlio Eucherio

Il generale Stilicone e la moglie Serena con il figlio Eucherio

volantino-salveminiLocandina

mosi326966684_905581117119656_7315046663264648550_n

L’autore

img-20230123-wa0015

Jacopo Chiostri, Roberto Mosi, Renato Campinori, Mauro

img-20230123-wa0017Renato Campinoti

Rufo, il protagonista del libro (Guerrini)
Rufo, il protagonista del libro (Guerrini)

La battaglia presso Fiesole del 406 d.C. - Guerrini

La battaglia presso Fiesole del 406 d.C. - Guerrini

Giorgio Vasari, La battaglia d Fiesole, Salone dei Cinquecento

Giorgio Vasari, La battaglia d Fiesole, Salone dei Cinquecento

80-rivista-toscana-nuova-libro-del-mese-di-dicembre-barbari-recensione-di-jacopo-chiostri

La recensione al libro di Jacopo Chiostri - Toscana Nuova, dic. 2022

testo-campinoti1La recensione di Renato Campinoti

******

sentiero-stilicone

1-vetta-le-croci

* * * * * *

Scheda Editoriale del Libro

BARBARI

Dalle Steppe a Florentia alla porta Contra Aquilonem

Roberto Mosi - Masso delle Fate Edizioni, 2022, pagg.90, 12

info@massodellefate.it ; t. 055 8734952

Sono arrivati i barbari a migliaia e migliaia dai lontani confini dell’Impero romano, comandati dal re Radagaiso!

Hanno invaso l’Italia del nord devastando e depredando e si stanno per muovere verso Roma per infliggere un colpo mortale alla potenza più grande che l’umanità abbia mai conosciuto. Sulla strada per Roma si trova Florentia, centro importante della Tuscia.

Rufo, il protagonista del libro, parla dei momenti di terrore che sta vivendo la città; ha combattuto a fianco di famosi comandanti romani, come il generale Stilicone, e ha presto parte a prestigiose ambascerie presso altri popoli. Nell’anno 405 d.C., quando i barbari irrompono in Italia, si è già ritirato dall’esercito, partecipa alla vita politica di Florentia e dedica gran parte del suo tempo alla cura dei suoi possedimenti sulle colline di Fiesole.

Al centro del racconto di Rufo l’arrivo di Radagaiso davanti a Florentia, la resistenza eroica dei cittadini nelle lunghe, infinite settimane dell’assedio in attesa dell’arrivo dell’esercito romano comandato da Stilicone e la sanguinosa battaglia nella valle del Mugnone, presso la città di Fiesole, nella quale il re Radagaiso è sconfitto e fatto prigioniero. E’ l’ultima vittoria di Roma contro i barbari, prima del crollo finale dell’impero!

Nelle parole di Rufo si coglie la nostalgia per il mondo del passato legato alla gloria di Roma e nel contempo sono messi in evidenza argomenti che sentiamo ancora attuali, di rilievo per la nostra epoca: lo scontro fra religioni, il crollo di grandi potenze, la migrazione di interi popoli. Un aspetto questo che rende particolarmente interessante il romanzo.

Libreria Feltrinelli, via de’ Cerretani 4 Firenze

Libreria Salvemini, piazza Salvemini 18 (Arco di San Pierino), Fi

1ok-copertina-barbari-fronte-661

Copertina del Libro

Tags: , , , , ,

Un Commento

  1. robertomosi ha scritto questo commento il 24 gennaio 2023

    Sono arrivati i barbari a migliaia e migliaia dai lontani confini dell’Impero romano, comandati dal re Radagaiso!

    Hanno invaso l’Italia del nord devastando e depredando e si stanno per muovere verso Roma per infliggere un colpo mortale alla potenza più grande che l’umanità abbia mai conosciuto. Sulla strada per Roma si trova Florentia, centro importante della Tuscia.

    Rufo, il protagonista del libro, parla dei momenti di terrore che sta vivendo la città; ha combattuto a fianco di famosi comandanti romani, come il generale Stilicone, e ha presto parte a prestigiose ambascerie presso altri popoli. Nell’anno 405 d.C., quando i barbari irrompono in Italia, si è già ritirato dall’esercito, partecipa alla vita politica di Florentia e dedica gran parte del suo tempo alla cura dei suoi possedimenti sulle colline di Fiesole.

    Al centro del racconto di Rufo l’arrivo di Radagaiso davanti a Florentia, la resistenza eroica dei cittadini nelle lunghe, infinite settimane dell’assedio in attesa dell’arrivo dell’esercito romano comandato da Stilicone e la sanguinosa battaglia nella valle del Mugnone, presso la città di Fiesole, nella quale il re Radagaiso è sconfitto e fatto prigioniero. E’ l’ultima vittoria di Roma contro i barbari, prima del crollo finale dell’impero!

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicato. * Campi richiesti.

*
*

Le parole della poesia

Feed RSS

Iscriviti ai FEED RSS, sarai sempre aggiornato ...

Contatti

Scrivimi
Puoi scrivermi attraverso la pagina dei contatti oppure invia un E-mail a r.mosi@tin.it