Mostra Biblioteca Palagio Gruppo fotografia

Dal 6 nov. al 12 gennaio - “Impressioni di una sera d’estate a Firenze”

impressioni-di-una-sera-destate

Impressioni di una sera d’estate

Pesci innamorati

inseguono immagini

sospese fra sogno e realtà

nell’acquario della città.

.

Firenze si scioglie al sole,

evapora ogni angolo d’ombra,

ventilatori ronzano intorno

a opachi pensieri.

.

Avanza poi per il fiume

la calma della sera,

brezze leggere fasciano

i raggi rossi del sole.

.

Pesci innamorati

sorprendono il respiro

della luce, dalle rive, dai ponti

confusi fra gli spettatori.

.

Si tuffano nello specchio

lucido di torri palazzi

e campanili, catturano rosse

scintille scoppiettanti sul fiume.

.

Appassionato il colloquio

con la Bellezza nel chiarore

ultimo della sera, nel mistero

opaco della notte.

.

Sguardi ancora dall’alto

per la scalinata del Monte

alle Croci, la luce solitaria

di un fanale, e sullo sfondo

.

la Cupola, Palazzo Vecchio.

Una Dea di marmo ammira

il giardino di Boboli

dalla finestra di Palazzo Pitti.

.

Chitarre si accordano

con le brezze leggere

per una festa sul fiume:

risate di allegre ragazze.

.

Nel folto della notte

i pesci raggiungono

gli anfratti nell’acquario

della città addormentata.

.

Cornucopie di immagini

diverse con loro, armonie

e disarmonie, bianco e nero,

colori, lentezza e velocità.

.

Impressioni di pesci

innamorati che vagano

sognando

nelle sere d’estate.

.

Roberto Mosi

Tags: , , , , , ,

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicato. * Campi richiesti.

*
*

Le parole della poesia

Feed RSS

Iscriviti ai FEED RSS, sarai sempre aggiornato ...

Contatti

Scrivimi
Puoi scrivermi attraverso la pagina dei contatti oppure invia un E-mail a r.mosi@tin.it