35.5 Latitudine Nord -12.6 Longitudine Est

“Stabat Mater dolorósa”

z2migrare-bn1

Parte a mezzanotte il traghetto

da Trapani a Lampedusa

il mare dei 366 figli annegati

.

Stabat Mater dolorósa

iuxta crucem lacrimósa,

dum pendébat Fílius

.

Cerco dalla nave 366 stelle

sul cielo dell’Africa

le parole della preghiera

.

Vidit suum dulcem natum

moriéntem desolátum,

dum emísit spíritum

.

Sono sul camion, giorni

da Tamara a Misurata

tempeste di sabbia violenza

.z3zattera-con-migranti1

Eia, mater, fons amóris,

me sentíre vim dolóris

fac, ut tecum lúgeam

.

Sono nascosto fra le dune

in attesa del barcone

bagliori lancinanti di speranza

.

Sancta Mater, istud agas,

crucifíxi fige plagas

cordi meo válide

.

Sono sul barcone carico

da Misurata a  Lampedusa

nafta paura fame

.z4mig

Fac me vere tecum flere,

Crucifíxo condolére

donec ego víxero

.

Sono nell’urlo dei disperati

sprofondo nell’acqua

conquisto il silenzio la pace

.

Iuxta crucem tecum stare,

te libenter sociáre

in planctu desídero

.z5-migranti

Sul silenzio del mare

il bisbiglio di mille preghiere

l’urlo assordante dei tamburi

.

Roberto Mosi

Disegni di Enrico Guerrini

Tags: , , ,

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicato. * Campi richiesti.

*
*

Le parole della poesia

Feed RSS

Iscriviti ai FEED RSS, sarai sempre aggiornato ...

Contatti

Scrivimi
Puoi scrivermi attraverso la pagina dei contatti oppure invia un E-mail a r.mosi@tin.it