@pittopoesia (PP) in ottava rima da Gadarte

Presentazione Catalogo Mosi e Guerrini

presentazione-catalogo-24-mE’ stato presentato il 24 maggio u.s. presso la Galleria Gadarte di Firenze, via s. Egidio 27r, il Catalogo di”@pittopoesia” (PP) di Enrico Guerrini e Roberto Mosi. Andrea Simoncini , vicepresidente della Società delle Belle Arti, ha condotto l’incontro, molto partecipato  con gli interventi degli autori e le domande dei presenti, intervallati dalla lettura di brani poetici e dalla magistrale composizione in ottava rima toscana di Renato Simoni –  riportata di seguito - dedicata al lavoro del Catalogo, che ha chiuso la serata in allegria e leggerezza .presentazione-catalogo-24-m1

Il Catalogo – descritto da Literary alla pagina: http://www.literary.it/autori/dati/mosi_rob/roberto_mosi.html - riporta la rassegna delle esperienze e dei lavori realizzati negli ultimi sette anni da Enrico Guerrini e Roberto Mosi, nel corso di eventi e perfomances legati a recital di poesia e alla pittura all’impronta, con il supporto del cavalletto e dei gessetti colorati. Sette un numero mitico, già richiamato dal titolo dell’Antologia “Poesie 2009-2016”, Giuliano Ladolfi Editore, che riprende raccolte di poesie e 1poemetti pubblicati da Mosi nello stesso periodo di tempo.

Il Catalogo presentato alla Gadarte richiama il versante pittorico e poetico dell’Antologia, come se la forma e il colore dei disegni esaltassero la sonorità dei versi, non sono illustrazioni delle poesie ma un completamento e un arricchimento delle stesse. Si compone di venti capitoli che non sono altro che la scansione degli incontri per la presentazione nei caffè letterari, nelle2librerie e gallerie, di libri ed e-book illustrati, video, opere uniche “d’artista” .

Ogni capitolo è, per così dire, di carattere multimediale, una materia viva con un rinvio costante alla rete. Lo stesso Catalogo è disponibile nel formato video youtube (si veda all’indirizzo: https://youtu.be/Zx8T5j1sGbg).

Nella premessa si rende omaggio alla Poesia Visiva degli anni cinquanta e sessanta – a iniziare dall’artista 4fiorentino Eugenio Miccini – fonte costante, e attuale, d’ispirazione. Nell’introduzione al Catalogo, poi, che è, come si diceva, il diario di un lavoro comune di Mosi e Guerrini, si propongono alcune idee intorno al successo di questo lavoro comune dedicato alla “PITTOPOESIA” o ”@pittopoesia” (PP), con al centro i temi del mito, della città dei “nonlughi”, del viaggio, il recupero della memoria alla maniera di Marcel Proust,  i racconti poetici5“L’invasione degli storni”, “Sinfonia per Populonia”, “Concerto per Flora”.

@pittopoesia

(R. Simoni per incontro a Gadarte 24 maggio 2017)

M’inchino ai due di cui mi trovo amico,

geniali artisti in campi singolari,

Poesia Roberto, Pittura Enrico,

che han riunito i loro itinerari,

fusi nella pp; allor  vi dico:

per non dover ricorrere ai ripari

in ogni di pittopoesia occasione

dev’essere pronto un cesso o un pannolone.

Afferma un vecchio detto con ragione:

impara l’arte e mettila da parte!

Però successo raccoglie l’unione,

come si vede oggi qui a Gadarte.

Vi propongo un artista d’eccezione

con cui potete mescolar le carte:

serve, se un lampo di pp v’assale

mirar di Marcel Duchamp l’orinale.

E’ una coppia davvero originale,

sono sicuro che saran famosi,

hanno in comune un’energia geniale,

non gli permette di restare oziosi.

Un impeto creativo assai speciale:

di Proust molti più libri ha fatto il Mosi,

mentre i’ Guerrini con il suo pennello

ha dipinto ben più di Raffaello.

Insieme sono una coppia modello,

come furono Chisciotte e Sancio Panza.

Roberto vuol volare … a mo’ d’uccello,

legalo Enrico senza titubanza!

Vi auguro io con questo ritornello

nella pp una lunga comunanza

perché è opportuno farla in compagnia

altrimenti sei un ladro od una spia.

Tags: , , , ,

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicato. * Campi richiesti.

*
*

Le parole della poesia

Feed RSS

Iscriviti ai FEED RSS, sarai sempre aggiornato ...

Contatti

Scrivimi
Puoi scrivermi attraverso la pagina dei contatti oppure invia un E-mail a r.mosi@tin.it