Mirko Tondi per “Esercizi di volo”

“Un piccolo libro per dimensioni, ma che fa esplodere un immaginario potente ed evocativo.”

Considerazioni sul libro Esercizi di volo (Europa Edizioni, 2016)

copertina-esercizi-di-volo1di Mirko Tondi, scrittore e critico

“Con Esercizi di volo Roberto Mosi riprende il percorso intrapreso con Non oltrepassare la linea gialla, del quale riprende in questo nuovo libro, parafrasandolo, il messaggio del titolo come sottile sfumatura a dividere la cosiddetta e celebrata “normalità” dalla follia, per secoli stigmatizza e solo recentemente accostata a una straordinaria creatività, alla capacità di essere arditi e visionari.

Rimane qui l’aspetto fiabesco del precedente volume, con animali e oggetti inanimati che d’improvviso prendono vita e si scambiano opinioni.

Tuttavia, il rapporto del protagonista – impegnato in “Esercizi di volo”, simbolici e non – con la sua terapeuta, mette in scena l’espediente della metastoria, attraverso il potere curativo della scrittura. In una fascinosa ambientazione sulle sponde dell’Adige, si sviluppano i preparativi per “La festa della follia”; in questo contesto, non mancano i riferimenti a classici del pensiero (Erasmo da Rotterdam), della letteratura (Ariosto, Cervantes, Rabelais) e della poesia (Dino Campana). Un piccolo libro per dimensioni, ma che fa esplodere un immaginario potente ed evocativo.”

Tags: , ,

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicato. * Campi richiesti.

*
*

Le parole della poesia

Feed RSS

Iscriviti ai FEED RSS, sarai sempre aggiornato ...

Contatti

Scrivimi
Puoi scrivermi attraverso la pagina dei contatti oppure invia un E-mail a r.mosi@tin.it