La corte

“I viaggi di ogni tempo iniziano
dalla corte della mia infanzia
magico quadrato di terra tra case …”

I viaggi di ogni tempo iniziano
dalla corte della mia infanzia
magico quadrato di terra tra case
cadenti, chiuso da un cancello
di ferro aperto sul mondo.

Nel magico quadrato si scioglie
il racconto dei viaggi: affiorano
per primi i ricordi dei padri
di ritorno dalle guerre sofferte
in ogni parte del mondo.

Il racconto infinito si confonde
con i miti, le scoperte di Ulisse,
le spedizioni nel Bengala, all’isola
di Mompracem. Nella scatola
da scarpe, cartoline e foto sgualcite.

Con la scatola dei sogni in mano
ho superato il cancello di ferro.
.
” Firenze è il punto di partenza per la raccolta “Itinera”, per un viaggio dai connotati reali e come metafora della vita. La partenza non può essere che dai luoghi dell’infanza, in particolare, dalla corte della mia infanzia”.
( V - Reading 10 gennaio 2010, Salone delle Feste del Palazzo Bastogi, Consiglio Regionale. Firenze).
“La corte” dalla raccolta: “Itinera”.

Tags: ,

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicato. * Campi richiesti.

*
*

Le parole della poesia

Feed RSS

Iscriviti ai FEED RSS, sarai sempre aggiornato ...

Contatti

Scrivimi
Puoi scrivermi attraverso la pagina dei contatti oppure invia un E-mail a r.mosi@tin.it